IL PROGETTO


Cresci e posta – diventare grandi senza cadere nella rete nasce da un’idea di Pino Dragons Basket Firenze in collaborazione con Engineering.

In occasione dell’edizione 2018 del Torneo Internazionale “Brothers & Sisters in basketball, VII° Memorial Pietro e Niccolò Quercetelli, Engineering Cup 2018”, si è pensato di affiancare accanto all’evento sportivo un progetto di sensibilizzazione sull’uso di smartphone e social network.

Obiettivo del progetto è portare i ragazzi a riflettere sui loro comportamenti online. Partendo dai posti in cui passano più tempo e dalle grammatiche dei vari social, si vuole condurre i giovani a una riflessione su quali contenuti è giusto far passare dai social e quali è meglio tenere provati. Questo è il punto di partenza per pensare alla propria identità e ai rischi che si possono incontrare online, dal cyberbullismo all’hate speech. L’intento è quello di aiutare ai ragazzi a rispondere a questa difficilissima domanda: come diventare grandi oggi senza cadere nei rischi della rete?

Il talk show

Il progetto prevede un primo momento di ascolto e confronto insieme ai ragazzi partecipanti al torneo, i loro allenatori e genitori. Il 30 Aprile, nel mezzo del torneo, verrà organizzato un talk show che vedrà la partecipazione di alcuni ospiti: grandi protagonisti del mondo del basket nazionale, a cominciare da Walter De Raffaele, allenatore della Reyer Venezia, campione d’Italia, Lorenzo Baldini, arbitro internazionale, l’attore e web star Edoardo Mecca, molto attivo anche sulle tematiche del cyberbullismo e lo scrittore epsicoterapeuta Alberto Rossetti, autore insieme a Simone Cosimi del libro Nasci, cresci e posta. I social network sono pieni di bambini: chi li protegge? (Città Nuova edizioni).

Gli ospiti, guidati da Gianluca Baccani, coordinatore del progetto, parleranno insieme ai ragazzi presenti di social network, bullismo, privacy e utilizzo dello smartphone.

La piattaforma

Il progetto non si limita però a questo evento. Per 4 settimane, infatti, i ragazzi delle varie squadre continueranno a confrontarsi su una piattaforma appositamente pensata dallo sponsor del torneo, Engineering. Ogni settimana verrà lanciato un nuovo tema e ogni giorno uno più contenuti che i ragazzi potranno leggere, giudicare e, se lo vorranno, commentare.

Obiettivo di questa fase del progetto è quella di coinvolgere i ragazzi portandoli a riflettere su alcuni aspetti della loro vita online e offline. In questo modo, si punta ad accompagnare i giovani partecipanti a una riflessione critica su alcuni loro comportamenti, aiutandoli certamente ad avere più presenti i rischi che possono incontrare in rete. Allo stesso tempo, però, questa piattaforma ha lo scopo di far fermare i ragazzi su alcuni temi centrali nella vita di un adolescente per sostenerli nella bella e difficile partita di diventare grandi oggi. Vi saranno, inoltre, contributi di grandi protagonisti del mondo cestistico italiano e non solo, un modo per stimolare ulteriormente i nostri giocatori ad esprimere idee, dubbi, convinzioni e domande.

I contenuti della piattaforma saranno pensati e scritti dallo psicoterapeuta Alberto Rossetti.

Per la prima volta il mondo offline (quello dello sport, delle squadre e degli allenamenti) e quello online (leggere i post, interagire con ragazzi delle altre squadre tramite una piattaforma digitale, portare propri contributi sui temi proposti) trovano un punto di incontro all’interno di un progetto che non ha come obiettivo la vittoria ma la crescita dei ragazzi.

Per conoscere più nel dettaglio le regole della piattaforma e leggere le policy legate alla privacy vi invitiamo ad andare nelle rispettive pagine.

Il coordinatore del progetto

Gianluca Baccani

Il Presidente dei Pino Dragons

Luca Borsetti

Il direttore di Engineering

Alfredo Belsito

Il direttore scientifico del progetto

Alberto Rossetti